LA PARTITA IVA

Per svolgere l'attività di medico è necessario aver superato con esito positivo l'esame di Stato ed iscriversi all'Ordine dei Medici Chirughi e degli Odontoiatri del Comune in cui si ha la residenza anagrafica. 

Gli iscritti che vogliono esercitare in maniera abituale un'attività di lavoro autonomo devono richiedere la PARTITA IVA all'Agenzia dell'Entrate del domicilio fiscale del contribuente. Per denunziare la volontà di iniziare l'attività si deve compilare il modello AA9/10 entro 30 giorni dalla data di inizio dell'attività. 

..e ora

 

L'ABILITAZIONE

L'esame di Stato di abilitazione all'esercizio della professione di medico chirurgo consiste in un tirocinio pratico e una prova scritta.

La procedura è normata dal D.M. 19 ottobre 2001 n. 445. 

IL CODICE P.I.N.

Il codice P.I.N. è il codice personale che ogni medico dovrebbe avere qualora dovesse trovarsi nella condizione di certificare malattia o invalidità.

Per ottenerlo basta recarsi presso l'Ordine dei Medici con un valido documento di riconoscimento.

La P.E.C.

Attraverso l'uso della Posta Elettronica Certificata, è possibile stabilire un canale di "Comunicazioni Elettroniche Certificate tra la Pubblica Amministrazione e i Cittadini" con la stessa valenza legale di una raccomandata con ricevuta di ritorno. 

Tutti i Medici e Odontoiatri iscritti all'Albo hanno l'obbligo di di avere la PEC che deve essere comunicata all'Ordine dei Medici che la inserirà in un registro consultabile dalla P.A.

LA PRESTAZIONE OCCASIONALE

La prestazione occasionale, è un'operazione non soggetta ad IVA e non configura alcuna tipologia contrattuale, è di libera natura ma per la sua assoluta mancanza di clausole oggettive tra datore di lavoro e lavoratore dipendente, ha limiti assoluti e non modificabili: 

- non può essere svolta per un periodo superiore a 30 gg. presso lo stesso committente/datore di lavoro

- Le prestazione occasionali comunque svolte nei confronti di diversi datori di lavoro, non possono superare l'ammontare complessivo lordo dei 5.000€ (4000€ netti + €1000 come ritenuta d'acconto del 20%)

L'ENPAM

I medici sono soggetti alla contribuzione a fini previdenziali presso l'ENPAM. 

L' ENPAM gestisce il Fondo generale suddiviso nella Quota A e B e Fondi speciali.

 

LE SCUOLE DI SPECIALIZZAZIONE

Le Scuole di Specializzazione sono regolamentate dal DLGS 368/99 e successive modificazioni ed integrazioni

TEST DI INGRESSO

La prova d'esame consiste in una prova scritta che prevede la soluzione di 110 quesiti a risposta multipla, ciascuno dei quali con quattro possibili risposte.

Si riporta il link al bando dell'anno 2014-2015 http://attiministeriali.miur.it/anno-2015/maggio/dm-26052015.aspx

IL CONCORSO

Sulla tipologia di concorso ci limitiamo ad affermare: lavori in corso, in quanto è allo studio la riforma per rendere il concorso nazionale ma niente di certo.

 

LE TASSE

Il medico, non dotato di partita IVA può ritenersi a carico di un familiare se possiede un reddito non superiore a €2.840,51 lordi. Oltre tale limite deve presentare la dichiarazione dei redditi. Si può tuttavia affermare che se un medico consegue un reddito da lavoro dipendente inferiore a €4.800 non è tenuto a versare le imposte. Fermo restando questo è soggetto all'IRPEF e all'IRAP con gli scaglioni di aliquota previste dalla normativa fiscale vigente. 

LA MEDICINA GENERALE

CONCORSO DI MEDICINA GENERALE

Il concorso di medicina generale è il titolo di formazione indispensabile per diventare medico di medicina generale (medico di famiglia). 

Affinchè il professionista possa esplicare la propria attività all'interno del SSN è necessario un Corso di Formazione Specifica, in questo caso di medicina generale. 

I bandi vengono pubblicati su BURC e su GU. 

Non possono essere prodotte domande per più Regioni o per una Regione e una Provincia Autonoma per lo stesso bando.

 

 

PILLOLE DI CONTINUITA' ASSISTENZIALE

LA GRADUATORIA REGIONALE COS'E' E QUANDO ESCE

I medici iscritti nella graduatoria regionale sono medici graduati per titoli che possono diventare titolari a tempo indeterminato per la Continuità assistenziale e la Medicina Generale.

Per determinare un punteggio valido sono valutati solo i titoli accademici e di servizio posseduti alla data del 31 dicembre dell'anno precedente. 

GLI INCARICHI TEMPORANEI

Entro 30 giorni dalla pubblicazione della graduatoria regionale definitiva per la Medicina Generale, il medico interessato a fornire la propria disponiblità per eventuali turni di sostituzione per la Continuità Assistenziale, deve comunicare alla propria ASL di residenza tale disponibilità solitamente attraverso un prestampato reperibile presso l'Azienda.

 

ASSICURAZIONE PROFESSIONALE

Quando farla?

Al momento dell'iscrizione ad un ordine professionale, per noi dopo aver superato con esito positivo l'esame di abilitazione professionale ed al momento dell'iscrizione all'Ordine dei Medici.

Cosa assicurare?

Polizza Responsabilità Civile per colpa lieve (quando non si è alle dipendenze del SSN e sempre se si esercita la Libera Professione extramoenia) e colpa grave in ogni caso,  che assicuri il professionista per l'esercizio di ogni attività svolta. 

Cos'è il massimale?

E' la somma che l'assicuratore si impegna a coprire.

E la tutela legale?

E' la copertura delle spese legali per la chiamata di un avvocato scelto liberamente dal medico.

Un consiglio?

Richiedere la retroatttività e la postuma

 

LA NOSTRA SEDE

Via Sant'Aspreno, 13 - Napoli

segr.campania@anaao.it

Tel: 081/7649624 fax 081/7640715

Dal lunedì al giovedì

dalle ore 11:30 alle  20:00

il venerdì 

dalle ore 9:00 alle  17:30 

© 2015 by  ANAAO ASSOMED Campania